31.5.12

DOMENICA 03 GIUGNO 2012

TRAIL DEL MALANDRINO


Anche questa domenica il nostro gruppo sarà impegnato in una gara di lunga distanza infatti, 3 atleti Sergio Dal Cin, Paolo De Zan ed il friulano Gianluca Bucciol affronteranno i 70 Km del Trail del Malandrino. Nell'altro percorso denominato "Malandrinata" di 33 km invece ci saranno: Mauro Piccin, Diego Zandonà e Monica Todescato.
TRAIL DEL MALANDRINO:
Un viaggio lungo un giorno che parte al primo rintocco della mezzanotte da Prato e raggiunge le vette più silenziose e particolari dell'appennino tosco-emiliano.70 km (livello di difficoltà EE, 55% single track - 37% fuori strada - 8% asfalto) e circa 4550 mt di Dislivello Positivo da coprire in massimo 17 ore con 3 cancelli intermedi per portare "il testimone" (un piccolo sacchetto di Sale) fino all'Abetone.Le difficoltà sono molteplici e pari solo alle sensazioni e alle emozioni che si provano durante questa stupenda cavalcata. Per coloro che hanno partecipato al nostro Trail nel 2011 avranno notato che la distanza è rimasta invariata mentre il dislivello positivo è diverso.In realtà i Malandrini hanno semplicemente riverificato l'altimetria e la distanza in funzione dei rilevamenti dei partecipanti alla prima edizione confrontando dati .gpx e dati barometrici. 4550 mt D+ non è altro che il valore medio riscontrato dai rilevamenti e quindi, per dovere di oggettività, abbiamo deciso di prendere questo come dato effettivo. E sinceramente i commenti che abbiamo letto fanno pensare che sia più che sufficiente ^_^

MALANDRINATA:

33 km e quasi 2500 mt D+ da coprire in un massimo di 8 ore.Chi vi ha partecipato nella scorsa edizione parla di un percorso carico di emozione ma estremamente duro con una quantità impressionante di sali-scendi una volta raggiunto il crinale.Noi Malandrini invece vi parliamo di un percorso segnato dal tempo su un sentiero dalla doppia faccia: una parte iniziale che negli ultimi anni è diventato di secondo piano ma che merita sicuramente una rivalorizzazione e un secondo tratto che ormai è di diritto tra le creste più belle da correre.


 

CORTINA DOBBIACO


Matteo Cocomazzi l'unico nostro rappresentante a questa corsa tra le dolomiti bellunesi.
Dal sito della manifestazione una breve descrizione del tracciato:
Il tracciato ripercorre il percorso dell’ex-ferrovia che collegava le due località, Cortina d’Ampezzo e Dobbiaco, attraversando paesaggi mozzafiato, immersi nella natura incontaminata.
Si parte da Cortina d’Ampezzo in Corso Italia e, dopo 30 Km si giunge fino a Dobbiaco.
In leggera salita la prima parte, con passaggi in gallerie e ponticelli che sembrano sospesi nel vuoto.
Il tutto sempre con le Dolomiti a fianco, fino allo scollinamento del Passo Cima Banche (1530m, altezza massima del tracciato), che divide non solo le due località, ma anche due province e due regioni diverse.
Rispettivamente, Belluno in Veneto, e Bolzano in Alto Adige.
Continuando il percorso si scende fino al lago di Landro, e poco dopo sulla destra si ergono e sono il simbolo di questi luoghi: le tre Cime di Lavaredo. Imponenti e maestose, sono note in tutto il mondo per la loro bellezza e il loro fascino.
Dopo pochi chilometri, si tocca il lago alpino di Dobbiaco, altra chicca del percorso.
Uscendo dal bosco si intravedono le prime case di Dobbiaco, si lascia lo sterrato, siamo all'ultimo chilometro.
L'arrivo, posto nel bellissimo parco del Grand Hotel è vicino, ecco ci siamo, l'ingresso con l'accoglienza del numeroso pubblico, a sancire la fine di una bellissima ed emozionante corsa..."La corsa nelle Dolomiti"

30.5.12

...CORSO E MANGIATO...30 MAGGIO 2012...STEFANO E LA ANTO


Mercoledì 30 maggio: 13km, Madonna di Val e una bella squadra di quasi 30 mercuryni!! Davvero un gran bel ritrovo con un paio di ospiti di eccezione e soprattutto un banchetto incredibile organizzato da Stefano e la Anto a base di: porchetta in crosta di sale preparata dal buon macellaio di Revine ADELCHI con tanto di soffici panini, pizzette, affettati...e un mega dolce di pasticceria a base di cioccolato fondente. UNA BONTA' INCREDIBILE!! Eccovi le foto:
  IL GRUPPONE...
I FESTEGGIATI
STEFANO E LA SUA PROLE...
 ANTO E LA SUA MAGICA TORTA...

E VAI DI PORCHETTA CON IL NOSTRO MASTERCHEF DALL'ACQUA
IL SUPER DOLCE...


Ed ora alcune simpatiche foto con...
EUGENAIO...

IL CELOTTI MADE IN COSTARICA....

SFIDE A SUON DI PROSCIUTTI




JANNI...IL NOSTRO MIKI DOOHAN... 

 IL BOLZO...

SERGIO "ROVINA" LA FOTO DEI FESTEGGIATI... 


Vi lasciamo ora all’emozionante racconto di Anto sulla sua esperienza di accompagnatrice al PASSATORE 2012:

""Circa un anno fà, qualcuno mi disse: se il prox anno volessi fare il passatore, mi faresti assisenza? Certo, è stata la mia risposta.
E come promesso eccomi qui presente a Firenze ad accompagnare 8 dei miei compagni di squadra. In particolare una persona, Ilaria, unica nostra donna quest'anno a sfidare questa impegativa gara. Dopo mesi e mesi di preparazione allenamenti massacranti pavàr, eccola al nastro di partenza tesa, ma nello stesso tempo concentrata. Sul suo volto si legge un'espressione del tipo: ce la farò ad arrivare al traguardo?
Dopo il classico in bocca al lupo, un cinque a tutti... Partiti!!!!
Nel frattempo io mi avvio con Marco e la bat mobil Opel verso il 34esimo km a Borgo San Lorenzo. Il primo dei nostri a transitare é Danilo, seguito dal trio Pres, Principe e Dobermann. Subito dopo arrivano anche Fabio e Zando.
Da qui fino al 48esimo km inizia la parte più difficile del percorso: da prima saliscendi e poi una ripida salita di 6 km e qui le distanze dei nostri cambiano: tanto che Danilo va alla grande, il Pres é come un motorino, il principe con costanza avanza. Ilaria concentrata al suo ritmo pian piano sale e indisturbata raggiunge la vetta del Passo della Colla, mi guarda e dice: fin qua sono arrivata. Tempo di cambiarsi la maglia ed è pronta a ripartire. Segue una gran discesa di 16 km a circa metà di questa inizia il buio, la temperatura cambia, la zia mi guarda e con un'espressione da Dobermann indifeso, mi dice: Anto quando vuoi... Qui capisco che ha bisogno di compagnia e così al 60esimo km mi inserisco e corro al suo fianco e tra ristori, una battuta e l'altra senza accorgermi, arriva l'80esimo km. Da qui in avanti, il percorso é un calvario di saliscendi: la strada é completamente buia, auto e bici che seguono gli atleti, insomma una situazione difficile, ma la zia lucida con un pò di stanchezza nelle gambe (sfido chiunque a non averla dopo 80 km sul cimento), ha ancora tanta grinta dentro di lei e continua a correre e pian piano raggiunge anche il 90esimo km.
Qui al ristoro troviamo delle signore che le fanno i complimenti dicendole che sta facendo una gran gara visto il tempo. Riparte camminando e nello stesso tempo beve sali e acqua. La guardo in volto e la sua espressione è un pò cambiata: si vede che ora è stanca stanca. La incito dicendole di non mollare, di stringere i denti e mi metto davanti a lei, le faccio da lepre e con una prova di forza incredibile, è così che giunge al 97esimo km (insomma ghe ho tirà el col) tanto che mi manda a quel paese. A bordo strada intanto, nonostante l'ora, parecchia gente la incita dicendole dai che é finita! Perfino i due vigili mollano la paletta e le battono le mani (incredibile!). Ci siamo sentite dire bravissime almeno una ventina di volte, una voce ha perfino esclamato "o he bellinee ste duee!" ma è buio pesto e non sappiamo chi fosse.
Ad un tratto, in lontananza, Ilaria finalmente vede il cartello del 99esimo km e quasi non ci credesse, mi dice: ziaaaà!!! E' il 99esimo km? Ed io: si! e scoppia a piangere (per la prima volta vedo Ilaria piangere, durante una gara!), tanto che piango anch'io, ma continuo a romperle le palle manca 1km datte na mossa!!!! E quando arrivi sotto al traguardo guarda bene il cronometro e mandami pure a quel paese. Ed è così che la lascio andare verso l'agoniato traguardo di Faenza. La vedo arrivare e guardare l'orologio e poi riguardarlo... è stranita. Non si rende conto di ciò che ha fatto. Si mette le mani sugli occhi e piange. Poi vede Marco e me dietro le transenne e corre ad abbracciarci e tutti siamo stra felici e poi ci lascia, e trova Danilo, Luciano e si abbracciano a lungo (è una scena molto commovente). Poi la zia mi raggiunge di nuovo, mi abbraccia in lacrime e con un urlo liberatorio mi dice: grazieee Antooo!
Che avventura! Onore ai Passatori
Zia Anto""





29.5.12

MEZZO KG MARATHON...

Lunedi 28 maggio alle ore 20.30 è andata in scena la prima edizione della MEZZA KG MARATHON! In ben 25 ci siamo ritrovati presso la gelateria DE MARTIN di Cordignano, il vecchio GASPA, per una sfida a suon di mezzo kg di gelato! Ideata dal buon Cesco in collaborazione con il Principe Matteo e approvata dal Pres ha avuto un ottimo successo...incredibile ma vero in gelateria le vaschette da mezzo kg sono andate esaurite! Alla fine anche il diploma di partecipazione!
Finalmente oltre a correre si pensa anche a mangiare...ma aspetta lo facciamo già el mercol de sera...
Il folto gruppo con tanto di faschetta da mezzo kg

In comitiva anche Sergio e Maurjno dopo l'allenamento in piscina
Ecco la consegna del primo diploma

Al prossimo avvenimento ormai definito...quei del mezzo kg marathon!

28.5.12

100KM DEL PASSATORE...I NOSTRI ATLETI...

Molte sono le cose accadute alla 40 edizione della 100km del Passatore. Iniziamo con la prestazione di gruppo: non ce ne vogliamo vantare ma siamo riusciti anche questa volta ad esprimerci bene, molto bene...benissimo! Dagli allenamenti, alle marce, alle competizioni ci mettiamo sempre del nostro per rendere ogni cosa divertente, semplice, unica. E questo è alla base di tutto e con questo e grazie a questo si ottengono poi i risultati ma più che altro le proprie soddisfazioni. E che dire poi di chi ci segue? Beh anche qui nella coinvolgente Firenze-Faenza abbiamo avuto il sostegno di tanti, partiti da Jesolo, Fregona, Udine, Follina, Vittorio, Stevenà, Azzano Decimo: tanti, unici e insostituibili. Dei nostri atleti possiamo dire:
Danilo: mamma mia diventa incontrollabile è una scheggia impazzita prima, durante e dopo la gara. Grinta da vendere ma soprattutto un'immensa determinazione che in pochi si riesce a trovare. Ha corso al massimo più del massimo...è stato davvero grande...Primo nella categoria MM50...
Pres: non diciamo nulla...anche perchè è lui che scrive l'articolo... lui si è divertito ed ha corso bene, sciolto e concentrato... gli resterà in mente sicuramente la voce di Manuelito: te va come 'na moto...
Matteo... il Principe... a soli 26 anni ha cercato grandi stimoli sportivi iscrivendosi alla 100km del Passatore. Grazie a Poser, grande stregone bianco, ha risolto i suoi acciacchi fisici, ha smaltito almeno 5kg di troppo e... via! Alle ore 15 di sabato 26 maggio verso Faenza. Scortato da un folto gruppo di sostenitori accorsi dal principato non ha deluso le aspettative... andando addirittura oltre... non solo ha terminato la corsa, ma ha abbattuto il muro delle 10h. Complimenti davvero perchè ha mostrato grande coraggio... adesso vai de disco!! Bravo e basta!!
Ilary: si è messa in gioco, passare dalla maratona alla 100km è stata una gran bella sfida! E ci è riuscita! E come se ci è riuscita! Quanti dubbi, quante perplessità... ma quando si è là nulla ha più importanza, bisogna "mulinare" le gambe e far lavorare la testa, stare attenti, concentrati, ascoltarsi e avere tanta voglia di raggiungere l'obiettivo... ed è stato così! Anto l'ha sostenuta nei km più difficili, anche senza dire nulla, la sensazione di non essere soli è una marcia in più che non ti fa mollare... e lei non lo è stata... E Marco?? Marco insostituibile fotoreporter è stato fondamentale con la super bat-opel corsa... zo su, frena, riparti... quante imprecazioni e quanti meravigliosi scatti fotografici!!
Fabio Dall'Acqua... il mitra delle chiacchiere. Anche se stanco lui non ti fa mancare le sue idee, le sue emozioni e tutto diventa motivo di confronto, di partecipazione e di gruppo! Ha corso 100km senza mangiare... possibile? Chiedetelo a lui... di fenomeni ce ne sono tanti in giro!! Grande Fabio!!
Zando: lui è sempre quieto, ma dentro di sè ha il sole. Con lui niente è impossibile e anche sta volta l'ha dimostrato. In crisi dal 30 al 40km... su 100km uno magari pensa al ritiro ma lui no alla fine la sfida l'ha portata a casa... ed è lui a vincere sui km!! Mai dubitare di Zando!! Ora ha lanciato la sfida  alla banda de Cordignano... apposto siamo!!
Il Bafo e Max: unico obiettivo finirla. Solo 1 mese di allenamento, circa 200km sulle gambe... è possibile? Si è possibile quando si ha a che fare con due "pazzi", "incoscienti" ma grandiosi di spirito e animo! Mai mollare... una sfida... un bisogno di ritrovare certe sensazioni... anche questo è la corsa!

 Felici e contenti appena arrivati a Firenze
Facciamoci sempre riconoscere!
Le zie fanno un pò di pretattica
Ultimi preparativi...
Uno dei pochi Azzano Runners in grado di sfidare il Passatore
Siamo solo NOI!
Siamo solo NOI (parte 2)!
Casco d'Oro con gli alettoni alzati
L'amico Gevero al suo esordio sulla distanza: altissimi livelli!
Il Pres in passeggiata
Fabio super concentrato
Il Principe sempre molto trendy

Hilary sulla Colla, che fadiga... 
Un pensiero va anche a chi non è potuto esserci in questa edizione: Silvia e Regio iscritti hanno dovuto alzare bandiera bianca per qualche problema fisico; facciamo a loro il nostro in bocca al lupo per una pronta guarigione e soprattutto li aspettiamo nelle nostre prossime grandi avventure!!

27.5.12

100KM DEL PASSATORE 2012, ANTEPRIMA

Una piccola anteprima su quello successo alla 100km del Passatore 2012. Una spettacolare squadra di ben  8 atleti di cui 4 new entry e gli amici di Varese (pazzesca la loro prova) e uno staff di assistenza anche questa volta impeccabile con: Michele, Mary, Erika, Anto, Marco, Daniele e alla fine anche il mitico Manuelito che assistenendo Ivan ci ha dato carica e morale. Alla partenza l'in bocca al lupo del nostro top runner Sergio Bressan in Piazza della Signoria è stato un tocca sano come tutti gli sms ricevuti da casa dai nostri compagni di avventure! Alla partenza più di 2000 iscritti, una bolgia di atleti nel centro di Firenze! La gara già alla 40 edizione è stat incredibile, dura, dalle mille difficoltà: è la gara! La prestazione di squadra è stata pazzesca, grandiosa...: i due senior della gara Danilo e Pres hanno super migliorato i loro tempi, Matteo si è messo in gioco ed è andato cronometricamente ben oltre quello che si aspettava, Ilary dura, dura ha usato tutta la sua grinta e concentrazione possibile per non farsi scoraggiare e prendere dalla stanchezza, Fabio ha ceduto un pò alla fine per un forte dolore alle gambe, Zando calmo calmo ha completato la sua opera sebbene qualche piccolo acciaccio fisico e la compagine di Varese con Max e il Bafo praticamente con allenamento di 1 mese sono stati un pò pazzi ma super per la voglia di raggiungere l'obiettivo. Al link http://www.100kmdelpassatore.it/ trovate la classifica finale...un'altra grandiosa giornata dopo quella vissuta alla 9 colli running domenica scorsa con Valeruz.


24.5.12

SABATO 26 E DOMENICA 27 MAGGIO 2012


La 100 km del Passatore rappresenta ogni anno un obiettivo davvero importante, infatti ci vuole tanto allenamento e sacrificio per preparare la condizione fisica ideale ad affrontare questo tipo di gara. I nostri atleti ci metteranno il massimo per arrivare al traguardo, in particolare alcuni che per la prima volta si affacciano ad una distanza impegnativa come questa. A far da cornice ci sono gli espertissimi, uno per tutti Stefano Rametta (Il bafo), che è il più “saggio” del nostro gruppo e che con il suo ritmo da filo da torcere a molti “ragazzini”….Facciamo un grandissimo in bocca al lupo a tutti i concorrenti di questa edizione 2012.

ISCRITTI G.S.MERCURYUS
Matteo De Luca
Ilaria Ulian
Luciano Morandin
Danilo De Conti
Diego Zandonà
Max Pandolfi
Fabio Dall'Acqua
Stefano Rametta








Dopo una breve sosta riprende il cammino della Coppa Provincia di Pordenone, domenica la cittadina di Cordenons ospiterà la settima tappa. Nell'immagine qui sopra potete leggere il programma che sarà aperto alle ore 09.00 dalle categorie femminili con i master 45 e superiori, a seguire tutti gli atri.













DEEJAY TEN FIRENZE 27 MAGGIO 2012

Sergio Bressan è l'unico iscritto del nostro gruppo a questa gara nella bellissima Firenze di 10 km, organizzata da Radio Deejay. Di sicuro ci saranno tantissimi partecipanti e certamente non mancherà la musica ed il divertimento!!

23.5.12

...CORSO E MANGIATO...23 MAGGIO...WALTER...

Mercoledì 23 maggio ci siamo divertiti con il grande rinfresco di Walter. In attesa del Passatore e del Malandrino che colpiranno diversi nostri atleti nei prossimi week end il Pres ci ha fatto percorrere, giusto per sgranchire le gambe, ben 14km e due belle rampe in salita!! A conclusione di tutto e intorno alle 2015 il banchetto si è aperto con pizzette, tramezzini, crostata e il mitico tiramisu... il tutto preparato dalla nostra mitica LULU!! Non è mancato nulla nemmeno questa volta!! 








A conclusione di questo post vi lasciamo a due righe  molto significative scritte da...:
...in questo periodo, qualcuno di noi, me compreso, si sta preparando per il "Passatore". Visto i tanti km da percorrere e le molte ore richieste per allenarsi, si cerca di organizzarci in modo di farlo assieme per rendere il tutto meno faticoso, più sopportabile e divertente. Siccome nella vita non c' è solo la corsa, ma voglia o no le cose da fare sono anche altre, a volte questo, come per me ieri non è sempre possibile. Con poco tempo a disposizione mi sono alzato presto e da solo sono partito per fare una ventina di km in quella che era una fresca mattina di un giorno di festa. Mentre correvo, non riuscivo a distogliere i miei pensieri da questa impegnativa gara. Ce la farò? Con che ritmo devo correre? Quali saranno le difficoltà e le crisi da superare? Quanto ci posso impiegare? Quale e quanto sarà il risultato finale? Sarà gratificante? Ho cercato di pensare ad altro, ma non ci riuscivo proprio. Mi stavo intristendo. Ad un certo punto alzo un po’ lo sguardo e vedo due amici correre in senso contrario al mio. Ci incontriamo, mi fermo un attimo e spiego loro che che ho degli impegni e che devo per forza tornare per quella strada per arrivare in tempo. Senza pensarci su un attimo e senza pensare a quanto loro avevano programmato tornano sui loro passi, così, semplicemente per correre con me. Sto per arrivare, ci salutiamo, e ci diamo appuntamento all'uscita di gruppo del mercoledì. Entro in casa e mi rendo conto che tutti quei pensieri che prima appesantivano il mio passo, mentre ero con loro, mi avevano abbandonato. Quanta importanza può avere il risultato finale di una gara dopo che due amici, incontrati per caso, ti regalano un po’ di incondizionata compagnia, che forse neanche ti meriti, e ti riempiono per questo la giornata di gioia?  
Poca, veramente poca.
Ciao, a tutti
Danilo.

21.5.12

9 COLLI RUNNING...FOTO E COMMENTO DELLA PROTAGONISTA

Eccoci pronti con il raccontarvi più dettagliatamente la 9 colli by Valeria.
Vi postiamo intanto alcune foto delle sue 27h tra le colline attorno a Cesenatico. La 9 colli prende nome dalla gran fondo in bicicletta che si corre di domenica e diventa ultramaratona da 202km per i runners con partenza il sabato alle ore 12. Da scalare ben 9 colli, un continuo saliscendi terribile su asfalto spacca gambe con pendenze ripide sia in salita che in discesa con ristori posizionati ogni 10/15km. Una delle ultra più dure nel mondo!
Con lei alla partenza anche il Cesco e Lele+ che purtroppo si sono dovuti fermare per problemi fisici intorno al 116km. E’ una gara in cui tutto deve funzionare bene, nulla è improvvisato e tutto può accadere da un momento all’altro. Quindi bravi anche loro lo stesso!! Ci saranno sicuramente altre belle occasioni per rifarsi!
ECCO LA COMITIVA CON IL DARTA...


E LO STAFF DEGLI ACCOMPAGNATORI
 ALLA PARTENZA SI CERCA APPOGGIO SU CHI L'HA GIA' FATTA DIVERSE VOLTE
ED ORA INIZIA L'AVVENTURA SU PER IL PRIMO COLLE...POLENTA...


GUAIA SALTARE UN RISTORO...SEMPRE BERE E MANGIARE...SARA' IL TOCCASANO CHE SALVERA' LO STOMACO...


LE MITICHE FRAGOLE DEL PRES 



I PAESAGGI E I BORGHI SONO DAVVERO SUGGESTIVI



SIAMO ANCORA ALL'INIZIO...E OGNI TANTO BISOGNA RIDERCI SOPRA...
 MASSIMA CONCENTRAZIONE
 ...SIAMO AL TRAMONTO CON GIO...GIOVANNI


AL RISTORO DEL BARBOTTO...UN CROCEVIA FONDAMENTALE...
 LO STAFF CESCO...CHE SONNO!!
 SAN LEO ANCHE IL SETTIMO COLLE E' FATTO...





IN SALITA VERSO IL 9 COLLE...IL GOROLO...

ECCO I CICLISTI A MOVIMENTARE GLI ULTIMI 30KM

GLI ULTIMI KM SONO TERRIBILI...BEN 24KM DI PIANURA...


Ed eccovi serviti con il commento della protagonista:
la mia 9 colli parte da molto lontano. Tre anni fa accompagnando il Cesco l'ho vista e ne sono rimasta affascinata promettendo a me stessa che un giorno anch'io ci sarei stata. La 9 colli running (oggi non mi sfugge più il nome di nessun colle:-) segue il tracciato della più famosa gara ciclistica amatoriale, quindi è interamente su asfalto, e si snoda per 202,4 km con un totale di 3.200 m di D+… davvero tanta roba! E' stato amore a prima vista perché mi è subito sembrata la parodia della vita (e ne ho riconosciuto la mia) caraterizzata da altissimi "fino al paradiso" e bassissimi "fino all'inferno"e il pericolo sta sempre dietro l'angolo. Una gara bella e dannata allo stesso tempo. Tolti i primi 20 km e gli ultimi che sono in mezzo al traffico, il resto lo passi letteralmente immerso nella natura più rigogliosa fatta di prati infiniti di un verde brillante ancor più acceso per il sole che qua pare non mancare mai, colli a perdita d'occhio che toccano il cielo che più azzurro di così non si può, per non parlare degli uccellini che sembrano pagati per cantare anche la notte… un paradiso che non ha nulla da invidiare alle gare trail. 
Dannata perché o sei perfettamente in forma o non vai da nessuna parte. Essere perfettamente in forma significa non aver alcun acciacco fisico e godere di una serenità interiore notevole per poter affrontare la battaglia… perché è di questo che si tratta! Da allora ho fatto tantissimo per permettermi il lusso di presentarmi a Cesenatico con la convinzione di poterci fare ritorno. 
In realtà la 9 colli è soltanto stata un'ulteriore pretesto per lavorare su me stessa per cercare di costruire una persona migliore, più serena ed equilibrata,  non soltanto in grado di affrontare simili prove ma le difficoltà della vita che è ciò che più conta. Più che raccontarvi della gara vera e propria (mi piacerebe farvi sapere tutto quello che di razionale e non mi è frullato per la testa in tutte quelle ore ma sarebbe troppo lunga) vorrei semplicemente ringraziare chi mi ha aiutato a togliermi questa grande soddisfazione. E così, non in ordine di importanza, il mio pensiero va al mitico Dr Giuliano Poser che in questi anni è riuscito a "rebaltarmi come un calzino"sia sotto l'aspetto fisico che emotivo, Diamante il "Prof", il Bongi e il Chiappa che ci hanno messo del loro per mettere a punto la "carozzeria", la Monìc sempre pronta a prendersi cura delle mie povere gambe maltrattate, la Silvietta che si è fatta in quattro per aiutarmi col mio stomaco capriccioso, la Silvia e Lele+ che se io manco di autostima ci pensano loro a farmela venire, il Pres che è IL PRES e basta, Giovanni che è stato un compagno d'avventura insostituibile (ha sopportato le mie chiacchere e i miei silenzi per un centinaio di km), la Sandra e Adriano che come delle ombre mi hanno seguito in macchina sempre pronti a confortarmi, tutti ma proprio tutti quelli che hanno sempre creduto in me Il segreto però di questo mio successo è uno unico: tutto l'amore che il Cesco ha per me (scusa se sul Gorolo ti ho fatto piangere:-(… ah dimenticavo, ho corso nelle terre di Marco Pantani, sportivamente per me un mito, e come lui quando la fatica mi presentava il conto mi ripetevo: "andiamo corri! Che prima arrivi e prima la facciamo finita! Grazie anche a te! Ciao Valeruz 




 TANTI APPLAUSI DA TUTTI!